Nuova legge elettorale: un vero colpo di mano!

Mentre il dibattito infuria sul premio di maggioranza o sulle quote rosa, stanno passando sotto silenzio altre norme introdotte dalla nuova legge elettorale che ignorano e calpestano un diritto fondamentale previsto dall'art.51 della Costituzione, cioè quello che garantisce l'accesso di tutti i cittadini alle cariche elettive in condizioni di eguaglianza.

Infatti, appaiono gravemente discriminatorie le soglie di sbarramento, soprattutto quella al Senato, che, da un lato, sono evidentemente finalizzate ad escludere dal Parlamento le formazioni non comprese nelle due principali coalizioni e, dall'altro, favoriscono apertamente i soggetti piccoli e, persino, piccolissimi, purchè coalizzati, prevedendo, addirittura, un ripescaggio in caso di mancato raggiungimento della soglia di sbarramento, pur molto bassa, ad essi riservata.

Ma il vero colpo di mano è contenuto in un'altra norma che prevede l'esonero per i partiti più grossi dalla raccolta delle firme per la presentazione delle liste.

E' risaputo che la raccolta delle firme è un esercizio difficile e delicato che ha sempre richiesto molto impegno e ingenti risorse, anche economiche, e che, in più occasioni, è stata anche al centro dell'attenzione per la "disinvoltura" usata da alcuni partiti nella certificazione delle firme raccolte.

Ebbene, in un sol colpo, questa fastidiosa incombenza viene cancellata! 

Però, tale privilegio è riservato soltanto ai partiti principali lasciando ai più piccoli l'onere di raccogliere centinaia di migliaia di firme per farsi ammettere le loro liste.

A meno che,... ancora una volta, tali soggetti più piccoli non siano compresi nelle coalizioni. In questo caso, allora, scatterebbe l'esenzione anche per loro.

 

 

Pin It

Sostienici

Siamo fuori dalla CASTA e, quindi, non abbiamo le risorse pubbliche per sostenere la campagna elettorale. Possiamo contare solo sui contributi volontari : aiutaci, come puoi, attraverso una donazione, anche simbolica, sul nostro conto online che è gestito in modo onesto e assolutamente trasparente.

Newsletter

Intervista al Prof. Mannheimer

Noi siamo la differenza

Su questo sito usiamo i cookies. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.